fbpx

Fotografare con la nebbia: alcuni consigli da seguire

Nell’articolo pubblicato sul nostro blog 5 idee per fotografare in Autunno abbiamo visto che uno degli elementi più interessanti per gli appassionati di fotografia che caratterizza il periodo autunnale sono le giornate nebbiose.
La nebbia crea in tutti gli ambienti (naturalistici, urbani, etc.) atmosfere particolari e molto suggestive che vale la pena catturare con la propria fotocamera, devi perciò approfittare di questa stagione, ma in parte anche di quella invernale, per cimentarti nel fotografare con queste condizioni atmosferiche che daranno un tocco di magia alle tue immagini.
In questo post potrai trovare alcuni suggerimenti utili per fare un'uscita fotografica immersa nella nebbia




Periodo e ore ideali

Come già accennato nell’introduzione dell’articolo, il periodo dell’anno in cui le giornate nebbiose sono più frequenti è quello a cavallo tra l’autunno e l’inverno, per intenderci, da inizio/metà Novembre a inizio Gennaio.

Se le condizioni meteorologiche sono favorevoli, la nebbia si può formare a qualunque ore del giorno ma, per fare fotografia, le ore ideali sono quelle del primo pomeriggio in cui la luce naturale è più forte e la sera/notte, ore in cui la nebbia si fa più intensa e il contrasto con il buio attorno può rendere un'immagine molto più interessante e d'impatto.

 

Luoghi

Dove andare a fotografare la nebbia? Praticamente ovunque!
Sicuramente i paesaggi naturali come boschi, colline, parchi, laghi, etc sono forse i primi a cui associ questo tipo di fotografia, ma in giornate nebbiose anche l’ambiente urbano può fornire spunti molto interessanti per ottenere immagini belle e particolari.




Alcuni luoghi possono risultare particolarmente suggestivi con la presenza della nebbia: borghi, paesini isolati, edifici abbandonati, sentieri di montagna sono solo alcuni esempi di scenari in cui questo fenomeno atmosferico può renderli soggetti ideali per i tuoi scatti.

 

Diaframma, tempi di scatto e ISO

Partiamo da un fatto acclarato: con la presenza della nebbia la luce naturale si diffonde maggiormente in molteplice direzioni ma ha un intensità molto minore rispetto a quella presente in una giornata soleggiata.

Questo comporta che per avere la giusta esposizione su una scena con la nebbia è necessario usare tempi di scatto lunghi. Per questo, come vedremo, è necessario un cavalletto quando vai a fare un’uscita in queste condizioni atmosferiche.
In alternativa si può provare ad aumentare gli ISO ma, come è noto, un valore troppo alto di questo parametro può generare rumore sull’immagine finale.




Per quanto riguarda quale valore del diaframma usare con la nebbia non ci sono particolari indicazioni da seguire, applica le solite regole sull’apertura che ci sono nella fotografia.

 

Portarsi un treppiedi e telecomando

Per ottenere ottime immagine con la nebbia è importante scattare con tempi lunghi (vedi il paragrafo precedente).
Per questo motivo è sempre consigliato portarsi dietro un treppiede fotografico e un telecomando per lo scatto da remoto quando esci a fotografare in giornate nebbiose.

 

Proteggere reflex e obiettivi dall’umidità

La nebbia si forma quando la temperatura aumenta di qualche grado ed è presente nell’aria umidità che, come è noto, può danneggiare gravemente le reflex, gli obiettivi fotografici e tutti gli oggetti che hanno una componente elettronica.




Per evitare di danneggiare la tua attrezzatura cerca di procurarti e avere sempre dietro una custodia chiusa e impermeabile dove mettere la fotocamera quando non la stai usando (ad esempio quando ti sposti da un punto a un altro del luogo fotografico), come quella mostrata di seguito: 

OFFERTA
Manfrotto MH293D3-Q2 Testa Pieghevole a 3 Movimenti, Serie 290
 
Peak Design Shell Custodia Medium per fotocamera
  • Protezione anti-pioggia e anti-polvere per alloggiamento + ottico
  • Materiale impermeabile e stretch taglia medium per la maggioranza delle reflex APS-C e FF senza grip né lungo telefoto
  • Controllo manuale di zoom utilizzabile
  • Una custodia anti-pioggia Shell

 

 

In alternativa si può usare l’accortezza di rimettere la reflex nello zaino ben chiuso ogni volta che non ti serve, ma questa soluzione non è proprio il massimo della comodità.

 

Massima prudenza

Così come quando guidi con la nebbia, soprattutto quando è molto fitta, è necessario usare massima attenzione, anche fotografare in queste condizioni richiede comunque prudenza.

Evita quei luoghi in cui la poca visibilità potrebbe essere un pericolo per la tua incolumità fisica, come strade, stazioni o zone isolate.

Scegli preferibilmente dei luoghi che conosci bene e a te familiari perché con la nebbia è molto facile perdere l’orientamento e, in posti che magari conosci poco, potrebbe essere un inconveniente non di poco conto.

 

Hai altri consigli da dare per fotografare con la nebbia? Scrivilo nei commenti!

Ultimo aggiornamento dell'articolo: 30/10/2021 - 14:00

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.