Fotografare con lo Scatto remoto: quando è indispensabile?

Dopo aver descritto nel dettaglio nell’articolo precedente le caratteristiche più importanti dello Scatto remoto e tutti i modelli disponibili sul mercato, in questo post vedremo invece quando è indispensabile scattare con questo accessorio per ottenere delle foto senza l’effetto mosso o fuori fuoco.




Quando usare lo scatto remoto?

Come abbiamo visto nell’articolo precedente, tutti i generi fotografici e le situazioni che necessitano l'utilizzo di uno scatto remoto hanno una caratteristica in comune: la fotocamera che immortalerà il soggetto o il paesaggio in questione deve ricevere il minor numero di vibrazioni possibile per poter catturare un'immagine il più possibilmente nitida.

 

I tipi di fotografia che sfruttano le funzionalità dello scatto remoto sono molti e spaziano da modalità di scatto più classiche come le macro fino a tecniche più avanzate come la astrofotografia, ovvero la cattura di immagini del cielo stellato.

Vediamo ora in dettaglio le situazioni principali in cui avere questo strumento nel proprio corredo diventa fondamentale per scattare e ottenere delle foto senza l’effetto mosso.

 

Fotografia notturna

Il primo genere a cui spesso si associa l’uso del telecomando remoto è la Fotografia notturna che, vista la scarsità di luce in cui si opera, necessita di tempi lunghi di esposizione e massima stabilità della fotocamera.
Per questi motivi, lo scatto remoto diventa uno strumento fondamentale per scattare durante le ore notturne e ottenere delle immagini perfettamente a fuoco e senza sgranature.




Collegando il telecomando alla reflex montata su un treppiede fotografico (altro strumento indispensabile per scattare di notte) e scattando con esso, si evita di trasmettere quei micromovimenti sulla digitale che, visto i tempi lunghi necessari con il buio, creerebbero di sicuro gli effetti mosso sull’immagine finale.

 

Macro

Un’altra tipologia di scatti che necessita lo scatto remoto è la fotografia di tipo Macro, ovvero la cattura di immagini che hanno per soggetto un elemento particolarmente piccolo come ad esempio un insetto o un fiore.

In questo caso l'utilizzo di questo strumento per fotografare è praticamente indispensabile visto come gli effetti della più piccola vibrazione verrebbero amplificati date le piccole dimensioni del soggetto fotografato.

 

Effetto Seta

L’effetto seta è una tecnica che consiste nel fotografare un corso d’acqua in movimento (ma anche fontane, rubinetti, nuvole, nebbia) con tempi molto lunghi, ottenendo un’immagine in cui l’acqua sembra un tappeto sottile di seta.

Per ottenere questo effetto è sempre necessario utilizzare questo accessorio.

 

Fotografia naturalistica

Un altro utilizzo molto diffuso dello scatto remoto è quello a scopo naturalistico per fotografare animali (anche di grossi dimensioni) senza che essi si rendano conto della presenza del fotografo e non ne vengano conseguentemente spaventati.
Un esempio di questa tipologia di utilizzo è ad esempio la fotografia a nidi di uccelli o in località dove animali generalmente nascosti escono per andare a caccia.




Il telecomando (magari con un filo lungo o meglio ancora ad infrarossi) permette di posizionare la fotocamera molto vicino alla scena e al fotografo di restare qualche metro più lontano. In questo modo la presenza umana diventa meno invasiva e non si corre il rischio di far scappare gli animali.

 

Fotografare in qualunque posizione

Come abbiamo visto, il telecomando remoto consente di lanciare lo scatto anche rimanendo fisicamente a un paio di metri di distanza dalla reflex.
Questo permette di posizionare la macchina fotografica in posizioni particolari e in posti che per il fotografo potrebbero risultare scomodi o inaccessibili.


Astrofotografia

Con lo scatto remoto ed un minimo di conoscenza delle impostazioni della propria reflex è possibile cimentarsi anche nella astrofotografia.
Basterà impostare un adeguato numero di scatti, la loro velocità e aumentare il livello di esposizione catturato dall'obiettivo della propria fotocamera per creare fotografie statiche o in Time Lapse della volta celeste.


Il prezzo indicato è la quotazione del prodotto al momento della pubblicazione e può subire variazioni. Immagine da Amazon.it

 

E tu hai lo scatto remoto nel tuo corredo fotografico? Quando lo usi? Scrivilo nei commenti!

Ultimo aggiornamento dell'articolo: 07/02/2020 - 16:25
Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Iscriviti alle Newsletter

NON PERDIAMOCI DI VISTA